Fascisti? Sicuramente più di qualche decina perché, lo si cantava con Amodei (ma è già un sacco di tempo fa), “No che non è finita a piazza Loreto”. Poi ci son manipoli di “partite IVA”, quelli che stanno nel casino come Topo Gigio nel gruviera, gli ultrà, ma soprattutto un bel po’ di gente che del fascismo o dello squadrismo nulla sa, né mai s’è preoccupata di sapere. Embé: qualcuno un esame di coscienza dovrebbe farselo (magari anch’io). Se anche non avesse mai toccato un libro (descrizione che lombrosianamente s’attaglia perfettamente ad alcuni ceffi che girano per Torino in queste ore), o non avesse mai parlato con un nonno o con uno zio, la mia generazione, però, ebbe modo di ingurgitare qualche buona pillola di antifascismo persino nella grigia televisione dei suoi anni giovanili. Questi (i ceffi di cui sopra) hanno invece avuto una baby-sitter svampita e colorata e in seguito un lungo menu di talk-show urlati per accumulare bile. L’idea che si possa anche discutere un problema al fine di provare a risolverlo, e non soltanto per comparire in Tv, se n’era andata con le ultime sezioni chiuse e trasformate in sale-bingo.
Quando la bile trabocca è il momento di “pagherete caro / pagherete tutto” (slogan che a questi, sempre quelli di cui sopra, non ricorda proprio niente naturalmente); loro sono per le scorciatoie (e la violenza sembra sicuramente una delle più rapide), sono il “popolo delle scimmie” avrebbe detto Gramsci e, proprio oggi, l’ultima ridotta degli “scimmiottati” s’è trovata davanti alla Regione di fronte a un manipolo di “forconi” e non ha trovato altro di meglio che intonare “Bella ciao”.
Non che io auspichi una riedizione dei “fatti di piazza Statuto” (luogo simbolo anche in questi giorni, per bloccare la città), ma questa riproposizione del diciannovismo è davvero maleodorante.

Fino a stamane, quando sono andato nella biblioteca della mia ex scuola, (vedi che serve la scuola!) io non sapevo neppure dell’esistenza di questa signorina (qui presente solo per via del titolo della song), ma il testo mi pare fortemente coincidente con quel che pensa una buona parte del movimento in piazza in questi giorni.
http://video.repubblica.it/edizione/torino/forconi-a-torino-chiudi-o-ti-facciamo-una-faccia-cosi/149683/148190

Annunci