Tag

Supponiamo (ma non è un’ipotesi astratta) che in base alla mia classe di concorso io possa insegnare Italiano, Storia e Geografia. Supponiamo ancora che, nei miei lontani anni universitari, io abbia sostenuto un solo esame di Geografia e pertanto possieda, con una certa approssimazione, soltanto alcune nozioni molto generiche di quella disciplina o, viceversa, alcune nozioni discretamente approfondite sulla geografia economica del solo Belgio. Supponiamo, infine, ch’io sia mandato quale commissario esterno di sola Geografia in una commissione d’esame per una classe che ha avuto nel corso dell’anno un vero insegnante di Geografia. Uno che la materia te la sa spiegare e te la sa anche far amare e che riesce ad ottenere risultati (seppur parziali e insufficienti) anche da chi ancora non sa discernere con sicurezza la dislocazione dei quattro punti cardinali.
Secondo voi come va a finire il colloquio?
Quando un docente non sa (o sa poco), non sa neppure formulare le domande. Non sa neanche aiutarti se sei sulla strada ma ti servirebbe una mano.
(Comunque: è storia vecchia, questa, ed è anche l’ultima. Purtroppo).

Annunci