Quel giornalista lì …, si quello, una volta scriveva per un giornale che non c’è più. Meglio: no, il giornale c’è ancora, ha (quasi) la stessa testata ma non è più lo stesso. D’altra parte era un organo di partito, ma non c’è più il partito, quindi …. Una mia amica era andata a cena a casa sua tanti anni fa, ma l’unica cosa che mi riferì era che lui era piccolino e il menu tradizionale. Poi deve esser successo qualcosa, oltre alla chiusura del giornale, perché traslocare da corso Valdocco all’organ house di Berlusconi è un po’ come togliere un albergo in Vicolo Corto e metter su casa al Parco della Vittoria, è come il sollievo che credo si provi imboccando gli Champs-Élysées dopo aver arrancato sull’Ape d’Huez e sul Galibier.
Ma certo che qualcosa è accaduto, queste righe sono puramente retoriche e, pur nella mia assoluta estraneità all’ambiente, mi vengono in mente proprio adesso tre o quattro giornalisti che, in questa città, han cambiato casacca in questo ventennio (e oltre). Ce ne sono sicuramente di più.
Vender parolette …, diventare baratto o gazzettiere, era ciò che aveva rinunciato a fare Totò Merumeni, il quale però doveva accontentarsi della cuoca diciottenne. Georges Duroy, per esempio, era di tutt’altro stampo.
Non è male, ogni tanto, rileggere Maupassant (e Balzac).
Di quei tre o quattro che dicevo, almeno un paio stavano in quell’angolo di piazza d’Armi dove stasera han dato il via a quella che il giornalista del giornale che non c’è più avrebbe definito Festa provinciale dell’Unità, ai bei tempi, quando ci si impiegava almeno un quarto d’ora per contare uno ad uno gli stand. Ora basta un’occhiata.
Con l’arrivo di Bersani (che, per quanto si sforzi, è molto meno bravo di Benigni) la temperatura in città è scesa di 15 gradi circa in un paio d’ore. Stabile, invece, il numero dei giornalisti che lo ha immediatamente preso d’assalto; poi, mentre lui ci intratteneva su quel che farebbe se fosse al governo (?), loro han preso posto ai tavoli vuoti del ristorante per battere sul portatile il solito articolo.

Annunci