Ne abbiamo trascorsi assieme quasi trenta, condividendo la stessa tavola (anche). Non esattamente – quasi mai – gli stessi piatti.
All’inizio si mangiava così così, ma il figliolo era di buon appetito, ragion per cui non scarseggiavano gli intingoli e i primi erano abbondanti.
Poi …, i figli crescono (e le mamme imbiancano, ma non lo fanno sapere in giro e talvolta persino migliorano con l’età) e i regimi alimentari cambiano.
Cosa c’è di meglio di un “tema con variazioni”, direbbe un musicista (ed anche un semplice cultore di musica approverebbe).
Noi invece siam passati dalla squillante polifonia fiamminga alla mesta monodia accompagnata (non dal basso continuo ma da verdure bollite).
Mi lamento? Ma quando mai! (il fatto è che ho buona memoria anche a livello del palato, ed avendo uno dei sensi deficitario, gli altri quattro …).

Annunci