Sono davvero mal posizionati, lì a sinistra, nei banchi della Camera, se il meglio che la suddetta area politica è riuscita ad esprimere, relativamente alla scomparsa di Lucio Magri, sono soltanto quelle quattro parole di Massimo D’Alema. Discorso freddo, asciutto, essenziale, com’è nello stile dell’uomo, che fa anche in tempo a ricordare una sua lontana (e da noi dimenticata) timida adesione all’area che diede vita al manifesto rivista e poi alla scissione. Non c’è più nessun altro, nel Pd, che abbia parole più calde e memorie più tenaci per il tempo delle nostre illusioni?

Annunci